• Elisabetta Caracciolo

Laia Sanz con South Racing e Lucas Cruz alla Dubai International Baja

Che a Laia Sanz piacciano le auto, oltre che le moto è cosa risaputa. Così come la sua partecipazione in passato a qualche rally automobilistico. La famosa pilota da poco rientrata dalla Dakar 2021, ha già lo scorso anno confermato la sua partecipazione al Campionato Extreme E (di cui parleremo dalle nostre pagine in maniera più estesa nei prossimi giorni) e di questo argomento si parla sempre più spesso, soprattutto dato l'avvicinarsi della prima gara, prevista fra una cinquantina di giorni in Arabia Saudita fra Wadi Rum e Alula. Laia farà parte del team Acciona, acquistato da Carlos Sainz che ne sarà al contempo proprietario e anche pilota e proprio dal campione del mondo rally deve essere arrivata l'idea di far allenare Laia prima dell'impegno in Arabia. Allenare e soprattutto far pratica. Ecco arrivare dunque la notizia che Laia correrà alla Dubai International Baja, prevista dal 18 al 20 febbraio, con un SSV Can Am della South Racing, per la precisione quello utilizzato da

Khalifa Al Attiyah e Paolo Ceci alla Dakar.

Fare pratica nel deserto, sulle dune e soprattutto fare pratica con un mezzo a cui la campionessa delle due ruote non è ancora abituata: questo lo scopo e cosa di meglio che affiancarle un ottimo copilota, deve aver pensato El Matador, che possa tenerla d'occhio e nello stesso tempo insegnarle qualche importante trucchetto del mestiere? Ecco dunque, che Lucas Cruz, copilota di Carlos Sainz nei rally raid ormai da molti anni, farà la sua comparsa accanto a Laia, in prestito ovviamente. Sainz gestisce il team affidatogli da Acciona e da QEV Technologies già presente in Formula E e Laia andrà a completare l'equipaggio che da regolamento deve per forza poter contare su un equipaggio misto maschile-femminile. La squadra che, come in un gioco di parole schiererà Sainz-Sanz se la dovrà vedere contro altre 8 squadre a bordo di un Odyssey 21full electric, uguale per tutti, che scatena circa 560Cv di potenza. In ogni gara guideranno alternandosi sia Carlos Sainz sia Laia Sanz, ed ecco spiegato il perchè della pratica in Dubai: nel corso delle gare di due giorni - lo schema ricorda in parte quello del Rally Cross con qualifiche, semifinali e finali - i due membri di un equipaggio guideranno a turno.

La Dubai International Baja, valida come seconda del Campionato FIA Coppa del Mondo Bajas, si aprirà mercoledì 17 con le verifiche all'Innovation Center mentre la prima tappa si terrà venerdì 19 con una sola prova speciale di 192 chilometri; sabato 20 ancora una speciale da 194 chilometri. In totale la gara si svolgerà su 426 chilometri di cui 387 di settori selettivi.

 

Modulo di iscrizione

©2020 di worldrallyraid. Creato con Wix.com