top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Quarta stagione per EXTREME E: chi se ne va, chi arriva, chi cambia team...

Quella del 2024 sarà per Extreme E, il campionato delle fuoristrada elettriche, la quarta stagione e di nuovo ad ospitare la prima gara sarà l'Arabia Saudita. Nata nel 2021 la Series ha assistito in questi anni alla vittoria di RXR, il team di Nico Rosberg, nel 2021 e 2023 e di X44, di Lewis Hamilton nel 2022.

Proprio X44 sarà uno dei grandi assenti del Campionato 2024: nei giorni scorsi la squadra ha annunciato la sua uscita di scena senza fornire grossi dettagli sui perchè e sui per come, esattamente come ha fatto Chip Ganassi che lascia la ExE, e anche ABT Cupra che silenziosamente si è defilata. Se ne va anche la squadra di Carl Cox che annuncia però un probabile ritorno nel 2025 quando dovrebbe, il condizionale è d'obbligo, fare la sua comparsa la Extreme H, con le Odyssey 21 alimentate a idrogeno.

Prima gara dell'anno dunque, in Arabia Saudita e ancora una volta con un nuovo tracciato,


in fase di allestimento, a nord di Jeddah, e stavolta lontano dalla costa: poco più di tre chilometri su sabbia, a Khulais, da ripetere due volte per ogni pilota, sia nelle qualifiche che poi in gara.

In attesa di saperne di più sui regolamenti e capire se lo schema subirà dei cambiamenti rispetto alla devastante stagione 2023, parliamo di team. Otto in tutto, sei dei quali già presenti negli anni passati, e due new entry.

Una di queste è il Sun Minimeal Team supportato dal produttore alimentare svizzero Sun AG, un'organizzazione attenta all'ambiente e focalizzata sulla sostenibilità, che con ExE


condivide i valori fondamentali dell'ecosostenibilità green. A bordo della Odyssey 21 del nuovo team due nomi noti, e cioè il tedesco Timo Scheider e Klara Andersson recuperati dal team di Carl Cox e ABT Cupra.

Presentato proprio oggi il secondo nuovo team che piacerà molto agli italiani data la presenza di un personaggio che amiamo molto, e cioè Travis Pastrana. Mentre Tanner Foust esce di scena, quest'anno arriverà nel campionato un altro americano che ha fatto degli XGames e degli sport estremi il suo forte. Motocross, freestyle, supercross solo per citarne alcuni, oltre a Nascar e Nitro Rallycross. Pastrana li conosce tutti ma il team owner sarà un altro bel personaggio e cioè Jimmie Johnson, sette volte campione Nascar che si alternerà al volante della Odyssey numero 84, del Legacy Motor Club, quando Travis sarà impegnato con la Daytona 500.  

A dare il benvenuto - si fa per dire - ai due nuovi team restano RXR di Nico Rosberg, sempre con la stessa squadra, vincitrice di ben due titoli, Johann Kristoffersson e Mikaela Kottulinsky, Acciona Carlos Sainz con Laia Sanz e Fraser McConnell, il giamaicano precedentemente in forze in X44, e McLaren che rivoluziona completamente l’equipaggio chiamando Mattias Ekstrom – ex Acciona – e Cristina Gutierrez, ex X44. L’America è rappresentata dall’Andretti Altawkilat team che conferma la sua fiducia a Timmy Hansen e Catie Munnings e lo stesso fa anche Veloce che di nuovo schiera Kevin Hansen e Molly Taylor. Infine JBXE, di Jenson Button che porta di nuovo in Extreme E Andreas Bakkerud ma accanto a lui sistema qualcuno che conosciamo molto bene, e cioè Dania Akeel, pilota saudita specializzata nei rally raid e già vista più volte alla Dakar e nel campionato del mondo di specialità con un SSV. Di recente la Akeel ha corso la Baja Hail al volante di una Toyota ufficiale Overdrive T1+ e sarà la prima saudita a far parte della famiglia ExE.

Al via anche per questa stagione 2024 la nostra Christine Giampaoli Zonca nel ruolo di jolly, pronta a rimpiazzare eventualmente una delle pilote in caso di necessità.

Il calendario 2024 si aprirà in questo prossimo weekend, 17 e 18 febbraio, in Arabia Saudita e proseguirà poi con tre X Prix in Europa: non si conosce ancora la location del prossimo appuntamento previsto per il 13 e 14 luglio ma la Sardegna ritornerà anche quest'anno e sempre con un doppio appuntamento il 14 e 15 settembre e il 21 e 22. Per il gran finale il Campionato andrà per la prima volta in USA, per la precisione in Arizona, a Phoenix, il 23 e 24 novembre.

E l'idrogeno? Ah già. La vettura che Spark Racing Technology sta sviluppando è un po' in ritardo, come era ovvio presupporre, e dovrebbe vedere la luce, per un primo test dimostrativo, proprio a settembre e questa prova si terrà in Sardegna, in occasione appunto delle prove di campionato. Se tutto andrà bene il debutto in gara potrebbe avvenire nel 2025, ma è sicuramente troppo presto per parlarne adesso.

Коментарі


Post: Blog2 Post
bottom of page