• Elisabetta Caracciolo

RINVIATA L'AFRICA ECO RACE 2022. SI CORRERA' IN OTTOBRE

La notizia in realtà era già nell'aria e più di qualcuno ne parlava a mezza voce. La situazione complicata in tutto il mondo, le frontiere ancora chiuse di Marocco e Mauritania, i decreti emanati dalle autorità francesi e molto altro ancora facevano temere per un possibile slittamento della competizione che avrebbe dovuto prendere il via il 12 marzo da Montecarlo. Con la sua solita preveggenza Jean Louis Schlesser ha invitato il suo staff a riflettere e dopo l'ennesimo incontro con le autorità marocchine ha deciso di far slittare la data.

"Quando mancano solo due mesi alla partenza della 14. edizione dell'AFRICA ECO RACE - ha detto il campione francese - prevista per il 12 marzo a Montecarlo, le frontiere con il Marocco sono ancora chiuse e nessuna decisione è stata ancora comunicata relativamente alla riapertura, inizialmente pensata per il primo febbraio. Inoltre, dopo il recente voto in Francia del Senato sul Green Pass che verrà esteso anche ad altri Paesi, diventa sempre più difficile sapere che cosa dovremo attenderci per i prossimi mesi. Per tutte queste ragioni, in collaborazione con le autorità marocchine con cui sono costantemente in contatto, e al fine di assicurare il mantenimento della edizione 2022 dell'AFRICA ECO RACE in condizioni ottimali a livello logistico e nel rispetto dei numerosi partecipanti già iscritti, abbiamo preso la difficile ma saggia decisione di rinviare il rally: la nuova data che abbiamo già stabilito di comune accordo sarà dal 15 al 30 ottobre 2022".

Le nuove scadenze dunque sono state ridisegnate e queste saranno le date:

14 & 15 ottobre 2022:

Verifiche a Mentone

Partenza ufficiale da Montecarlo

Imbarco nave

Dal 18 al 30 ottobre 2022:

12 tappe attraverso Marocco, la Mauritania e Senegal

1. settimana di novembre 2022:

Rientro dei veicoli in Francia

"Ho una gran voglia di ritrovarvi tutti in Africa, in ottobre - ha aggiunto Schlesser - su un percorso con i trasferimenti ridotti al minimo e tantissimo divertimento, nei nostri bivacchi studiati per piacere a tutti, in mezzo alla natura, dove convivialità, divertimento ed evasione sono le caratteristiche principali".

Le iscrizioni, che si sarebbero dovute chiudere alla fine di questo mese, restano dunque aperte e sono già molte le persone che stanno dimostrando fiducia nell'organizzazione francese. La nuova data è stata scelta proprio per non andare a disturbare quelle che sono le scadenze stabilite dal calendario FIA e FIM. Se il Rally del Marocco infatti, si concluderà il 12 ottobre, gli equipaggi e i team avranno la possibilità di riportare in Europa i mezzi e poi scendere di nuovo, personalmente, per seguire la AER. Un team che abbia clienti e vetture per l'Africa Eco Race potrà dunque restare in Marocco - ed eventualmente rispedire a casa quelle che non parteciperanno - ed affrontare le verifiche sul territorio africano mentre gli altri concorrenti lo staranno facendo a Mentone.

L'Africa Eco Race diventa quindi il più importante banco di prova per la Dakar e non è escluso - cosa attualmente allo studio - che possa arrivare anche una categoria riservata alle vetture storiche. Per il rientro lo staff della AER ha fatto le cose per bene e la nave dal Senegal arriverà in Francia entro i primi dieci giorni di novembre in modo tale da garantire ai team il tempo per ripristinare i veicoli in vista della partenza per la Dakar.

Marocco, Mauritania e Senegal apriranno le porte di nuovo all'Africa Eco Race in uno dei migliori periodi dell'anno, soprattutto a livello climatico. La fine di ottobre infatti, si presta perfettamente visto che in passato si erano corse proprio in quello stesso periodo gare come la Transafricaine Classic o la Heroes Legend.