• Elisabetta Caracciolo

San Marino Cross Country: i regolamenti disattesi, il confronto e la rilettura degli articoli

Sabato 26 giugno si è corso il San Marino Cross Country e a quattro giorni dalla gara non si è ancora spenta l'eco negativa relativa alla gara. Una realtà purtroppo di cui si discuterà ancora per un bel po', visto anche che le classifiche pubblicate, come già accaduto ahimè quest'anno anche in altre gare, sono errate e non sono state corrette, non ancora almeno.

La prima falla si era evidenziata quando già nei giorni precedenti la gara era stato pubblicata una lista degli iscritti che comprendeva sia SSV sia auto il che non è possibile visto che da quest'anno le due categorie hanno campionati separati; lo stesso errore poi è stato ripetuto per tutta la gara e anche nella pubblicazione della classifica finale. Al momento attuale, mercoledì pomeriggio a pochi minuti dalle 18, sul sito ufficiale Aci Sport c'è ancora pubblicata questa classifica : https://www.acisport.it/public/2021/pdf/CROSSCOUNTRY/2021_4867San_Marino_Cross_Country//Classifica_assoluta_2021316_000140000400009_007_008_01___ps9_classifica_finale_ufficiale_0000063447.pdf

che riporta vincitore assoluto Elvis Borsoi sul suo Can Am, seguito da Amerigo Ventura su Yamaha, Alessandro Tinaburri sempre su Yamaha - e quindi tutti e tre a bordo di un SSV - e poi al quarto posto il vincitore in realtà, della gara valida per il Campionato Italiano Cross Country e cioè Sergio Galletti in coppia con Giulia Maroni su Toyota, che ha preceduto Lorenzo Codecà e Mauro Toffoli su Suzuki e Riccardo Colombo con Massimiliano Catarsi su Mitsubishi L200. Tutto ciò contravviene al regolamento che cita:

Punto 25.1 Compilazione delle Classifiche

I direttori di gara sono chiamati a gestire le classifiche dei due campionati in modo separato, pur creando un ordine di partenza che include tutti i gruppi. Non dovrà MAI essere emesso un documento che contenga insieme i gruppi T4 con gli altri, al di fuori dell’ordine di partenza che potrà essere “mescolato” in funzione delle capacità tecniche dimostrate dai tempi di percorrenza dei settori selettivi. Le Classifiche sono elaborate sotto la responsabilità del Direttore di Gara.

Dei 32 equipaggi partenti solo 22 ne sono arrivati al traguardo ma fra i ritirati figura invece un Andrea Schiumarini per la prima volta in coppia con Ricky Rickler che al contrario è tranquillamente arrivato al traguardo. Insomma la confusione regna sovrana e se volete saperne di più, nel caso ve la siate persa, c'è la diretta FB di ieri sera https://fb.watch/6sj8YKZjXF/ in cui team manager, piloti e copiloti hanno spiegato, almeno hanno provato a spiegare, le cose che non hanno funzionato. Ospite della serata anche Fabrizia Pons che ha raccontato alcuni fatti davvero assurdi per non dire incredibili avvenuti a lei e al suo pilota Lucky Battistolli nel corso della gara, all'annesso Historic San Marino Rally, da loro vinto per la sesta volta consecutiva.

La classifica ma anche la gara stessa sono ora sotto osservazione da parte di Aci Sport per stabilire se visto l'esiguo numero di chilometri di settori selettivi percorsi la gara sia da ritenersi valida per il Campionato, e in caso affermativo come vengano calcolati i punti. Il Regolamento - RDS 2 CCR & SSV - infatti, sancisce che per le gare abbinate ai rally, come era appunto il San Marino, rispondano a determinate regole che sono state invece disattese.

Prendiamone in esame alcune:

Al punto 1.4 - Eventi abbinati ai Rally su Terra

Agli eventi Cross Country Rally, possono essere abbinati Rally su Terra iscritti al calendario nazionale/internazionale, previo parere favorevole della commissione. Entrambi gli Eventi, organizzati secondo le modalità previste dalle rispettive Norme Generali, hanno le seguenti caratteristiche: - Ordine di Partenza unico, redatto in funzione delle esigenze tecniche di svolgimento dell’Evento; - Partenza alternata dei Veicoli delle 2 gare, ove possibile; - Parchi Assistenza e Riordinamenti unici; - Parco Chiuso unico.

In questo caso il parco assistenza non era lo stesso, e anzi il Cross Country - come ha spiegato chiaramente nel corso della diretta, Andrea Schiumarini, pilota R Team - aveva un parco assistenza talmente lontano dagli altri che è stato necessario istituire un CO, controllo orario, ulteriore. L'Ordine di partenza poi ha riportato anomalie gravissime, con i primi dieci equipaggi registrati in partenza con orari diversi: alcuni a due minuti, alcuni a un minuto, altri a tre contravvenendo a quanto specificato nel regolamento al punto

7.4 Ordine di Partenza della Tappa comprendente il Prologo

La Partenza della Tappa comprendente il prologo, e di ogni altra Tappa, è data con intervallo di 2 minuti per i primi 10 Veicoli.

Per quanto riguarda la lunghezza e il numero delle speciali questo RDS 2 recita:

Tipologie e caratteristiche degli Eventi organizzati in Italia

1.3.1 Baja con validità per la Coppa del Mondo e Campionato Italiano CCR, i Trofei e le Coppe: - le caratteristiche sono definite dalle norme FIA (art.1.2.3). 1.3.2 Baja Sprint con validità per il Campionato Italiano CCR, i Trofei e le Coppe: - La lunghezza totale delle Prove Speciali è di almeno km. 60 fino ad un massimo di 120 km; - Dura massimo 2 giorni, escluse le Verifiche Tecniche e/o ka Super Speciale; - È articolato in massimo 2 tappe e minimo 6 Prove Speciali; -

Dato che in questo regolamento RDS 2 non è specificato quanti chilometri debbano percorrere i piloti per rendere valida la gara andiamo a cercare questa informazione nel Regolamento Sportivo Nazionale Aci Sport - che viene preso in considerazione quando non si trovino le informazioni necessarie nell'altro - e nelle Norme Generali dei Rally in cui si parla di lunghezze minime della somma delle prove speciali (60/80 km) nell'articolo

5.1.5.2 -Riepilogo lunghezza e durata Rally Nazionali.

Non è facile reperire questo tipo di informazione che, per esempio nelle Norme Generali si attiene all'interruzione di un rally e parla di un caso ben specifico :

29.2 Se al momento dell’interruzione la lunghezza delle prove speciali portate a termine è inferiore al 30% della lunghezza minima complessiva delle prove speciali prevista per la tipologia alla quale appartiene il Rally, il Rally stesso è da considerarsi annullato.

E lo stesso articolo prosegue poi specificando : Se la lunghezza delle prove speciali portate a termine è compresa tra il 30% ed il 60% della lunghezza minima complessiva delle prove prevista per la tipologia alla quale appartiene il Rally, il Rally stesso è considerato valido, ma i punteggi relativi al titolo Nazionale per il quale è valevole, sono ridotti del 50%.

29.3 Se invece al momento dell’interruzione la lunghezza delle prove speciali portate a termine è superiore al 60% della lunghezza minima complessiva delle prove speciali prevista per la tipologia alla quale appartiene il Rally, il Rally stesso è considerato come ultimato e valido, quindi, a tutti gli effetti.

Ma possiamo considerare il San Marino come un rally interrotto? In realtà no, sono state tagliate delle prove speciali, ma non è stata interrotta la gara. Questo articolo può contare ? Forse sì data questa specifica:

29.4 Le norme di cui sopra si applicano anche nel caso in cui il percorso delle prove speciali venga ridotto prima dell’inizio del Rally e tale riduzione porti il chilometraggio delle prove speciali al di sotto dei limiti richiesti.

Il Regolamento Particolare di gara per il San Marino, prevedeva 369,87 chilometri complessivi di percorso con 76,55 chilometri di settori selettivi da affrontare ma non tratta in alcun modo nelle sue pagine la possibilità di taglio del percorso e quindi la percentuale necessaria di chilometri percorsi per rendere valida la gara (https://www.acisport.it/public/2021/pdf/CROSSCOUNTRY/2021_4867San_Marino_Cross_Country//Regolamento_particolare_di_gara_rpg_cc21.pdf).

Ecco perchè a questo punto bisogna far riferimento al Regolamento del Cross Country, che ugualmente però non riporta il dato, e poi ai RSN oppure a quello di Settore specifico dei rally.

Ad ogni modo dopo tre giorni dal termine della gara i commissari devono presentare una relazione ad Aci Sport e dopo dieci giorni deve essere presa una decisione, quindi... non ci resta che attendere.