• Elisabetta Caracciolo

Sardegna bollente per la 2. e 3. prova di Extreme E. Ricognizione e prove libere oggi a Capo Teulada

Le previsioni del tempo sono il nostro peggior nemico qui in Sardegna, nella zona del Sulcis Inglesiente, a pochi passi da Porto Pino. Capo Teulada la zona militare che anche quest'anno ospita la Extreme E è rovente e lo sarà per tutta la settimana. Oggi le previsioni parlano di 41° in aumento e in effetti stamattina alle 8 la temperatura era già di 32 gradi. L'unica cosa che ci regala un piccolo respiro è il vento che soffia dalle prime ore del giorno e seppure caldo almeno muove un po' l'aria, e la polvere, ovviamente. Questa sarà il secondo nemico, una polvere sottile che avvolge tutta la piana e che potrebbe dare del filo da torcere poi durante le gare agli equipaggi.

Ma per fortuna qui acqua ce n'è, e tanta. Interi bacini raccolgono acqua piovana e le autobotti che bagneranno parte della pista se ne stanno in agguato, a bordo paddock, pronte a entrare in azione se la situazione si fa brutta.

Alle 11,30 questa mattina sono iniziate le prove libere con una lista che vedeva per prima la McLaren seguita poi dalla RXR, quindi Veloce, ABT Cupra, X44, Genesys Andretti, Chip Ganassi, JBXE, Acciona e Xite nell'ordine con i soli uomini al volante nel primo giro di questa prima tornata di prove. Alle 7 i piloti, a piedi, come ormai consuetudine, hanno effettuato la ricognizione del percorso e nessuno si è lamentato per l'alzataccia visto che quello era l'unico momento buono per farla cercando di non morire sotto il sole.

Il percorso rispetto allo scorso anno è leggermente cambiato, più piatto e molto più veloce. La partenza dallo stesso punto più o meno come nel 2021 ma poi zone diverse, meno salti, più curve, e una parte finale, come ha detto Johann Kristoffersson, più divertente.

Le ultime notizie sugli equipaggi riguardano il team Veloce perchè Lance Woolridge è in questo momento in albergo e non sta per niente bene. Probabilmente un colpo di calore - incredibile per lui che viene comunque dal Sud Africa - che lo ha scombussolato nella giornata di ieri e nella notte provocandogli nausea e vomito e stamattina non se l'è sentita di venire. Speriamo che ci riesca nel pomeriggio per poter effettuare almeno un giro di prove libere. Christine GZ è in piena forma ma sofferente perchè non le è stato permesso di effettuare il giro a piedi con l'apporto magari di una bici, per proteggere il piede che sta guarendo dalla frattura riportata nel capotamento di Neom, e quindi ora gira con del ghiaccio cercando di recuperare la fatica dei 7 chilometri a piedi di stamattina.

Nella conferenza stampa di oggi tutti i piloti si sono detti molto felici del nuovo sistema di sospensioni FOX che ha completamente trasformato la prestazione della macchina e nello stesso tempo ovviamente c'è il timore del gran caldo. L'unico che ha detto che quando poi entri in macchina e ti chiudi il casco non lo senti più è stato Nasser Al Attiyah ma gli altri non sono poi sembrati così convinti. Idratarsi molto è la parola d'ordine di Kristoffersson mentre gli altri cercano scampo come possibile da questo torrido luglio 2022; Laia Sanz ammette che dovevamo aspettarcelo venendo a correre qui in Sardegna in questo mese, ma è anche vero che tutta Italia sta patendo una situazione complicata in questo momento, forse più quest'anno rispetto al passato.

A Sebastien Loeb appena rientrato dal Kenya dove si trovava per correre il Safari Rally ho domandato della differenza di temperatura e mi ha confermato che essendo inverno in quelle zone ora, non hanno minimamente patito il caldo perchè durante il giorno non c'erano mai più di 25 gradi...Beati loro !