• Redazione

TEST PCR OBBLIGATORIO PER ACCEDERE ALLA SICILIA

La notizia era nell'aria ma giustamente abbiamo voluto aspettare la verifica per darla con sicurezza. Come molti di noi sanno la Sicilia in questo periodo è una delle pochissime regioni 'gialle' contro le arancioni e rosse del resto d'Italia ed era ovvio quindi che i siciliani decidessero di tutelarsi verso chi arriva da fuori, e quindi dalla penisola, verso l'isola. Seconda e terza prova di Assoluti d'Italia si svolgeranno a Custonaci nell'ultimo weekend di

marzo e a questo proposito è bene arrivare in terra di Trinacria preparati sotto ogni punto di vista.

Ecco, dunque, che la Regione Sicilia ha emesso un'ordinanza in cui si richiede il tampone PCR a chi arriva nell'isola, oltre alla registrazione sul sito www.siciliacoronavirus.it

Per avere libero accesso all'isola sia che si arrivi in nave, o aereo, o via strada, è obbligatorio effettuare un tampone molecolare rino-faringeo, almeno 48 ore prima dell'arrivo (attenzione dell'arrivo in loco, non della partenza da casa), il che tradotto significa tampone PCR.

Solo chi sia già stato in Sicilia nei quattro giorni precedenti alla data di arrivo il PCR non è obbligatorio ma sarà sufficiente anche un semplice test rapido antigenico da effettuare nelle postazioni predisposte in quasi tutti gli aeroporti italiani o anche i porti di accesso all'isola.

Si può prendere atto di tutte le e leggere direttamente l'ordinanza cliccando qui in basso: pagina 6, articolo 2 le parti da analizzare e controllare con cura prima di partire.


ordinanzaal4marzoregionesicilia
.pdf
Download PDF • 373KB

Meglio dunque non perdere tempo e prenotare il tampone con un po' di anticipo visto che purtroppo le richieste in questi giorni sono davvero salite esponenzialmente. Giusto per fare un esempio, chi ha prenotato il volo per giovedì 25 marzo - con arrivo previsto in Sicilia dalle 10 alle 19 - dovrà effettuare il tampone almeno mercoledì 24, mattina presto, oppure nel pomeriggio di martedì 23. Il test PCR infatti ha bisogno di un tempo di risposta che può variare tra le 12 e le 36 ore.