• ufficio stampa

TM Boano Racing piglia tutto: Ruprecht conquista anche Fabriano e allunga nell'assoluta

L’australiano della TM Racing Boano, Wil Ruprecht conquista la vittoria anche della 6. prova del Campionato Assoluti d’Italia Enduro Borilli Racing – Ufo Plast 2021 corsasi domenica 16 maggio a Fabriano (AN), nel cuore delle Marche. A sette anni di distanza dall'ultimo appuntamento con il Campionato Top, gli Assoluti sono sbarcati nuovamente in una delle zone più amate dall'enduro italiano, e grazie all’ormai storico Moto Club Artiglio i piloti presenti si sono goduti una gara impeccabile. Ben 235 i presenti, giunti a Fabriano da tutte le parti d’Italia e… del mondo! Boom di stranieri anche in questa sesta prova e di nuovo i numeri sono altissimi: 38 iscritti nella classe stranieri con 13 nazioni rappresentate!

Nonostante la giornata uggiosa, con il cielo plumbeo a minacciare le teste di riders e accompagnatori, l’organizzazione non si è dovuta misurare con il problema pioggia, arrivata sì ma solo in maniera leggera, e il presidente del sodalizio marchigiano, Luca Bartoccetti, ha potuto gestire operazioni preliminari, il sabato, e gara, la domenica, nel migliore dei modi.

Grande lo sforzo del MC Artiglio che supportato dai Moto Club Ragni, Castel Raimondo, Matelica e dal comune di Fabriano ha concepito un giro di enduro tradizionale degno di una gara di questo livello. Il percorso del XX Memorial Massimo Roani, lungo 54km, si ripeteva quattro volte, con tre prove speciali per i piloti degli Assoluti, due per quelli di Coppa Italia.

Fabriano si conferma terra di conquista per gli stranieri: dopo il compianto finlandese Mika Ahola, vincitore nel 2011, e il francese Johnny Aubert, primo nel 2016, a conquistare la prova della stagione 2021 è l’australiano Will Ruprecht!

L’alfiere del Team Boano, vincitore anche nel Trofeo X-CUP Motocross Marketing – Galfer, mette in bacheca la sua quarta vittoria agli Assoluti 2021 e crea il vuoto in classifica generale dove, adesso, da leader di campionato, può godere di un confortante +16 nei confronti di Brad Freeman (Beta), terzo assoluto nella gara marchigiana. A precedere Freeman, in seconda posizione assoluta, troviamo il connazionale e compagno di squadra Steve Holcombe (Beta), al rientro dopo l’infortunio che lo ha tenuto per più di due mesi fuori dalle competizioni e subito vittorioso nello speciale Trofeo Airoh Cross Test.

Nonostante gli attacchi dei due inglesi si siano fatti prepotenti, specie nel quarto ed ultimo giro di gara, l’australiano in sella alla TM 300 4T ha saputo gestire al meglio il vantaggio accumulato durante tutta la giornata e ha così riconfermato il suo momento magico, a solo un mese dal primo round di campionato del Mondo.

Matteo Cavallo (TM – Boano), il primo degli italiani in gara, conclude al quinto posto assoluto, dietro a un velocissimo Theo Espinasse (Honda RedMoto): il pilota delle Fiamme oro conquista la sua quinta vittoria stagionale nella 250 4T, questa volta con un pizzico di fortuna dettata da un errore, nella speciale conclusiva, di Andrea Verona (GASGAS) che si trovava al secondo posto assoluto prima di entrare nella quarta estrema. Terza piazza per Davide Soreca (Husqvarna JET Racing).

Altre due vittorie per il Team Boano con Lorenzo Macoritto, primo nella 250 2T sul veterano Maurizio Micheluz (Husqvarna – Osellini) e su Guido Conforti (Husqvarna), e Matteo Pavoni nella Junior che, dopo il ritiro del day 2 di Piediluco, conquista punti importanti su Manolo Morettini (KTM – Pro Racing Sport) e Claudio Spanu (Husqvarna – Osellini). Solo sesto tra gli Junior il vincitore del Trofeo Eleveit, Enrico Rinaldi (GASGAS – GTG Motogamma).

Ritiro forzato dopo una brutta caduta per Thomas Oldrati (Honda RedMoto) che cede il passo ad Alex Salvini nella 450 vincitore domenica davanti a Nicola Recchia (GASGAS) e a Filippo Grimani (Beta – Entrophy).

Nella 300 Gian Luca Martini (Betamotor) riesce a vincere con 22 secondi di vantaggio su Thomas Marini (TM – Boano). Chiude al terzo posto su KTM 300 il pilota di Enduro estremo, Michele Bosi.

Gara sottotono per Davide Guarneri (Fantic – E50Racing) che cade nel primo fettucciato di giornata e riporta alcuni danni alla moto. Il bresciano vince comunque la 125 con Giuliano Mancuso (Fantic – D’arpa Racing) e Roberto Rota (KTM) rispettivamente secondo e terzo.

Ritorno alla vittoria per Riccardo Fabris (Fantic – Jet Racing) nell’agguerrita Youth. Il leader di campionato ha la meglio sul portacolori del team E Racing, Daniele Delbono e su Gabriele Pasinetti (Beta FR Motorsport).

Il Sebino vince la speciale classifica riservata ai Moto Club davanti al Lago d’Iseo e al Trial David Fornaroli mentre tra i Team indipendenti vittoria in solitaria per Osellini.

Nella Coppa Italia Borilli Racing – Ufo Plast vittoria assoluta per Michele Moretti (KTM) che vince anche nella classe Senior sul leader di campionato, Filippo Moletta (Husqvarna) ed Elia Campagnolo (Honda). Secondo assoluto Alessio Beccafichi (Honda), primo tra gli Junior davanti a Federico Trabucco (KTM) e Luca Giacomelli (KTM). Restando tra i giovani passiamo nella classe Cadetti dove si conferma ancora una volta Alessandro Guerra (GASGAS). Seconda piazza per Daniele Vaira (Sherco) e terza per Simone Angeretti (TM). Nella Major podio così composto: Luca Loss (KTM), Marco Luvisetto (GASGAS) e Ivo Zanatta (GASGAS). Luca Colorio (Vent) vince nuovamente la classe 50 su Davide Mei (Valenti) e Luca Piersigilli (Beta).

A dominare la Coppa FMI Borilli Racing-Ufo Plast 2021 sono sempre Andrea Cervellin (Honda – Specia), nella 4 Tempi, e Andrea Gheza (Beta), nella 2 Tempi. Prossimo appuntamento con gli #ASSITA2021 il 6 giugno quando, a Sarnico, in provincia di Bergamo, andrà in scena la 7. tappa di questa incredibile stagione venti ventuno!