• ufficio stampa

Under/Senior Italiano Enduro, a Magione il penultimo atto della stagione 2021

Dopo una sosta lunga due mesi e ancora con gli occhi puntati sull’emozionante GP d’Italia di enduro, il Mondiale svoltosi nel weekend appena trascorso nell’incantevole Edolo, i piloti del Campionato Italiano Enduro Under23/Senior Borilli Racing -24MX sono pronti a riprendersi la scena domenica 4 luglio a Magione (PG), in occasione della penultima battaglia del 2021.

L’Italiano Enduro ritrova quindi il campionato di riferimento dei giovani enduristi che durante la stagione hanno fatto registrare numeri importantissimi da nord a sud. Anche questa volta, esattamente al centro dello stivale, bloccano il conteggio degli iscritti oltre le 250 unità.

I due mesi di sosta lasciano in eredità una ritrovata serenità sul fronte Covid-19: finalmente, dopo un inverno e una primavera trascorsi nel rispetto delle norme anti-contagio, i supporters sono finalmente tornati, già da qualche tempo, a bordo speciale a incitare i loro beniamini. Con le nuove disposizioni governative, sarà inoltre possibile togliere la mascherina nei luoghi aperti, quando però non vi siano assembramenti.

L’organizzazione della 4. prova di questa concentratissima stagione 2021 è toccata al Moto Club Ponte San Giovanni che grazie alla disponibilità dei Comuni di Magione, Corciano, Passignano e Perugia è riuscito a mettere in piedi un giro a otto di 57 km, complessivi di prove speciali, da ripetere per tre volte.

La prima speciale a essere affrontata subito dopo la partenza sarà l’Airoh Cross Test ricavato su un prato ad appena 100 mt dal paddock. L’Enduro Test Just1 sarà invece nel secondo settore e impegnerà i conduttori per 5 km su un terreno prevalentemente secco con sottobosco e possibili punti polverosi, inevitabili data la forte siccità di questo infuocato inizio d’estate.

Novità assoluta, dal sapore di “regolarità”, è la prova d’accelerazione a fine giro. Gli enduristi saranno chiamati a confrontarsi con un rettilineo asfaltato di 100mt dove la differenza tra i riders sarà presumibilmente ridotta ma il fascino, senza dubbio, riporterà la mente, e la memoria, a epoche passate.

Il Moto Club perugino ha allestito un’area paddock all’ interno dell’Autodromo di Magione con circa 15.000 mq dedicati, un’area hospitality che accoglierà iscritti e ospiti vari, la segreteria di gara, il parco chiuso e il palco della partenza, in programma domenica 4 luglio alle 8,30.

La manifestazione entrerà nel vivo a partire da sabato quando gli enduristi iscritti affronteranno le verifiche tecniche ed amministrative: anche questa volta per poter rispettare correttamente le regole sul distanziamento sociale COVID-19, a ogni pilota verrà assegnato un orario per effettuare le OP – che avverranno a partire dalle 13 e fino alle 17 con il briefing disponibile online su Facebook Italiano Enduro e Youtube Italiano Enduro a partire dalle 18.30. Con l’Under23/Senior torna l’appuntamento con il Challenge Husqvarna Enduro, dedicato a tutti i riders in blu del tricolore con ranking iniziale superiore a 129.99. Iscriversi è semplice e gratuito. Basta infatti recarsi presso l’hospitality di Maxim e compilare l’apposito modulo.

Impossibile non dare una sbirciata alle classifiche generali provvisorie che mettono in risalto alcune situazioni interessanti per la vittoria finale: Anna Sappino (Beta), nella classe Femminile, e Mirko Spandre (Sissi Racing – GASGAS), nella 450 Senior, potrebbero laurearsi campioni con una vittoria e indipendentemente dal risultato degli avversari.

La speciale classifica del Trofeo Airoh Cross Test vede in testa Jordi Gardiol (KTM), vincitore assoluto delle prime due tappe, inseguito dal velocissimo ex crossista sanmarinese Thomas Marini (Boato – TM) ed Enrico Rinaldi (GASGAS – Motogamma).